martedì 7 aprile 2009

API

In questi giorni dovevano arrivare le api, due sciami che avevo deciso di acquistare, anche se ricordo il detto di un vecchio apicultore che recitava pressapoco così: per partire con il passo giusto e affinchè le cose ti vadano bene, il primo sciame ti deve essere regalato.
Confesso che avevo un pò di titubanza a partire così contro questo sacrosanto principio, ma poi le cose hanno cambiato verso, chi mi doveva vendere gli sciami è rimasto vittima di un avvelenamento a causa irrorazione di quelle solite schifezze che qualche scemo continua a usare a iosa sulle piante in fioritura, risultato, le api sono morte in gran numero e io sono rimasto senza i miei due sciami.
Ma ho già trovato un amico che mi ha detto che mi regalerà uno sciame, questa si che è una partenza buona!!!!!!
Nei giorni scorsi complice Nicola vedi qui mi sono fatto un "on the web" a vedere la top-bar e dintorni, ho girato siti americani, australiani, inglesi, canadesi e alla fine ho deciso che ne costruirò una anch'io, così saremo forse in tre in Italia, tanto avevo diverse tavole di abete che non sapevo come utilizzare.
Così darò il via anche a una serie di post sulle api......

4 commenti:

ortodicarta ha detto...

Complimenti!
Io sto terminando un'arnia Warrè in cui un'amico apicultore dovrebbe inserire uno sciame naturale (tanto per facilitarmi la vita con telaini e tutto il resto!)
Enrico (il "forse" primo) dice che le sue hanno passato bene l'inverno senza nessun intervento... speriamo bene...

mauri ha detto...

Per l'arnia Warrè mi sto ancora documentando, ma assomiglia molto ad un'arnia che ho modificato, per ora sto studiando..

bejolino_ ha detto...

Beh, sono un amico di Nicola, quello le cui api sono sopravvissute all'inverno, e a Pasqua sono aggiro per qualche giorno: non e' che saresti visitabile?
Magari mandami la tua mail privata...

mauri ha detto...

Ti ho spedito una mail, non so se l'hai ricevuta, purtroppo per te nei giorni scorsi non c'ero, ma sempre disponibile per due chiacchiere......fammi sapere ciao