domenica 29 marzo 2009

PATATE, PATATE E PATATE

Più mi guardo attorno e più mi rendo conto della scarsa conoscienza che possiede la maggior parte della gente, per esempio in fatto di patate, tutti a dire pianto le patate, ma che patate e patate, facciamo un altro esempio dove siamo tutti preparati, nessuno dirà pianto delle viti, ma vi diranno pianto delle viti di barbera, bonarda, vermentino, montepulciano, sangiovese, ecc.
Purtroppo, tolte quelle quattro varietà che si trovano facilmente nei consorzi agrari c'è il buio quasi totale, a parte piccole realta che cercano di salvaguardare vecchie varietà che stanno scomparendo, però in realtà credo ne esistano almeno un migliaio di varietà, che si contraddistinguono da:
colore della pasta
colore della buccia
forma del tubero
tipo di maturazione
tipo di conservazione
sviluppo della parte aerea
grossezza dei tuberi
profondità degli occhi
resa alla produzione
contenuto di sostanza
tipo di cottura
adatta per ... tipo di consumo
resistenza all'accartocciamento
resistenza ai virus A
resiatenza ai virus X
resistenza ai virus Yn
resistenza a peronospera sul cespo
resistenza alla peronospera sui tuberi
resistenza al cancro
resistenza alla scabbia comune
resistenza maculatura blu interna
Da tutto questo si evince che possiamo dividerle per molteplici categorie, oltre che per nome.
Se qualcuno vuole vedere un catalogo abbastanza esteso con 161 varietà di sole patate può visitare il sito http://www.potato.nl/uk , ma una vasta varietà di specie è coltivata nei paesi lungo la dorsale delle Ande, basta ricordare che le patate si coltivano dal livello del mare fino ad un altezza di quasi 5000 metri (altipiani andini).
Dovrò postare prossimamente un pò di notizie più approfondite, solo la conoscienza ci rende liberi........

2 commenti:

lalica ha detto...

concordo abbastanza con te, se non altro perchè fino a poco tempo fa non sapevo bene nemmeno la differenza tra patate rosse gialle e bianche (figuriamoci se sapevo dell'esistenza di quelle viola che pure vengono coltivate come delizia dalle mie parti).
tra parentesi quest'autunno avevo preso delle patate (divise tra rosse bianche e gialle) da un ragazzo delle mie parti ed ho notato questo:
le rosse han germogliato poco, le altre han già dei germogli da 20 cm, mi chiedevo se è perchè le rosse sono state in una retina prendendo anche un pò di luce mentre le altre erano al buio in sacchi di carta (quelli grossi della farina da panettiere per intenderci) o se potrebbe essere semplicemente la varietà meno tendente alla germogliazione sotto ad una certa temperatura...

(ora mi dirai: patate rosse si, ma di che varietà? ti prego non farlo perchè non saprei che risponderti :P )

mauri ha detto...

La luce, la luce è quella a parità di temperatura che le fa germogliare, se le continui a lasciare nella retina va a finire che figliano la, ma poi finita la scorta della patata madre ti rimangono dei patattini minuscoli perche gli manca il nutrimento..