lunedì 26 marzo 2012

Uomini che odiano le piante

 Il mio vuol essere un grido di dolore da parte di chi gridare non può, da parte di chi subisce in silenzio, eppure sono esseri viventi, queste non possiamo definirle potatute....
 no non sono potature, sono sempi belli e buoni.....
 un orrore senza fine...........
 sono mutilazioni, altre parole non so trovare.....
 basta girare per le nostre città, per i nostri paesi per vedere a decine di centinaia di questi scempi
 e loro le piante fanno quello che possono, cercano di riprendere a vivere dopo aver subito mutilazioni allucinanti......
 Cercano di festeggiare una primavera in arrivo che per loro sarà triste assai
 Ovunque ti giri vedi questi scempi
 siepi, alberi di tutti i tipi, anche quelli che non sopportano le potature, dico potature non mutilazioni
a guardarsi ben attorno vien da piangere vedere tante belle piante ridotte così, devo pensare che gli uomini odiano le piante, ma le piante non odiano gli uomini, fermate questi stupratori di piante!!!!!!!!!!!!

5 commenti:

valverde ha detto...

Concordo con te ..bisognerebbe fermarli...
Qua purtroppo ho un suocero anziano che si è fatto convincere dal potatore e così ha fatto capitozzare gli splendidi alberi che aveva in giardino: un noce, due tigli ,un frassino,un bagolaro,un acero ...uno scempio.
Ora sono orridi e mutilati, sembrano i superstiti di una guerra: mi fanno pena e spero non sentano troppo male.
Mi sono così arrabbiata (anche se non è casa mia,ne mio il giardino ...) che non gli ho parlato per una settimana,poi ho capito che invecchiando ci si fa prendere dalle idee fisse.(gli hanno detto che gli alberi sarebbero stati meglio!).
In compenso per equilibrare noi stiamo piantando tanti tanti alberelli lassù nel nostro tugurio e spero di ricreare un bosco!
ciao, scusa lo sproloquio...
valverde

Sara ha detto...

Ne vedo, perché deve esserci giro una mania collettiva tra giardinieri improvvisati e incompetenti e gente che paga, non capendo che un albero non è una "cosa" ma una realtà vivente, non è che ne puoi farne ciò che vuoi.
Gli cadessero in testa!

mauri ha detto...

@ valverde - Anche il medico consigliava a quel tizio che aveva male alle ginocchia di amputare le gambe e mettere le protesi che così sarebbe stato meglio, ma poi non era così. Auguri per il tuo futuro bosco, che sia prosperoso :)
@ Sara -Direi di più cadessero e la motosega gli amputasse un braccio o una gamba per vedere se è meglio

Vera ha detto...

Ti ricordi il post di equipaje sulle forsitie cubiche?

secondo me è un tentetivo di dominio sulla natura, e poi "gli alberi sporcano" vuoi mettere come sarebbe bello tutto asfalto?

mauri ha detto...

@ Vera - Forse a questo punto asfalto con dei bei alberi di plastica, non perdono foglie non bisogna potarli, non crescono, insomma tutte cose positive direi.......